AIKIDO
“la via per l’armonia dell’energia vitale”

 
 

Cos'è l'Aikido ?

E' un'arte marziale giapponese codificata nella prima metà del 1900 dal Maestro Fondatore Morihei Ueshiba, accorpa numerose tecniche di antiche arti marziali giapponesi.


Chi lo può praticare?

E' una disciplina che può essere praticata da tutti, uomini e donne, non vi sono limiti di età: ad es. ho avuto allievi dai sei anni ai settant'anni.


E' pericoloso?

E' un'attività fisica, si impegna il corpo, ci si muove con scioltezza ed armonia e si impara a cadere senza danni per sé o gli altri.

Le tecniche proposte rispettano la fisiologia dell'individuo, e, se praticate correttamente, non comportano forzature specifiche "innaturali".


E' efficace come tecnica di difesa personale?

Non posso definirla come arte di difesa personale, così come non posso definirla arte di offesa; quello che posso dire al riguardo è che durante l'allenamento si pratica costantemente la situazione di aggressione - che può avvenire a mani nude, con bastone, spada o coltello - e si apprendono i mezzi per poter evitare di subire, per diventare protagonisti della situazione e risolverla in modo positivo.


Ci si tiene in forma?

Tutto il corpo è coinvolto nelle tecniche di Aikido, lo sviluppo muscolare è una naturale conseguenza dell'allenamento, e tengo a sottolineare che si tratta di uno sviluppo armonico in quanto non si eseguono esercizi per sviluppare muscoli o catene muscolari specifiche. L'aspetto importante è che si impara ad abbandonare le tensioni superflue a cui tutti siamo soggetti, e questo comporta l'accrescimento dell'energia a disposizione.


Esiste un aspetto filosofico dell' Aikido ?

Certamente, il suffisso DO in giapponese significa VIA, intesa come percorso di crescita, di scoperta di se stessi. Sull'aspetto filosofico ed etico ci si potrebbe dilungare parecchio.


Cosa significa che l'Aikido è un'arte marziale non violenta? Come è possibile?

Sembra un controsenso ma è possibile. Non è una disciplina competitiva, è assente il principio vincitore/sconfitto possibile origine di violenza. Il praticante di Aikido agisce in modo da non ferire o recare danni all'attaccante, lo dissuade a perpetrare l'attacco.


L'Aikido nasce dall'osservazione della natura, dei conflitti tra gli opposti che, stabilizzati, rendono possibile la vita, come il sole che fa evaporare l'acqua, che forma le nubi, e che ricade sulla terra sotto forma di pioggia.



L'Aikido comprende:

Tai jutsu - tecniche a mani libere

Aiki Ken - tecniche con spada di legno.

Aiki Jo - tecniche con il bastone corto.


Al di là delle parole, per incontrare l'Aikido la cosa migliore è provarlo, siamo saturi di immagini di combattimenti e di scene di violenza, lasciamo che sia il corpo ad interpretare e comprendere la complessità e la ricchezza di questa arte marziale.


Per provare una lezione, è sufficiente indossare una tuta ed avere il desiderio di sperimentare… di certo accadrà qualcosa di nuovo ed appagante.

 

Dojo sede di Vigano di Gaggiano (provincia di Milano), via Nazario Sauro 6

          Insegnante Tecnico

        Luigi Masera 2° Dan

(oltre 30 anni di pratica e varie

         esperienze in Giappone)